Home > Intro > Mulini > Ete Vivo

BACINO DELL’ETE VIVO

9 strutture (5 scomparse)

TORRENTE ETE VIVO   Km 40

Bacino dell'Ete Vivo.  9 strutture (5 scomparse)

Click sullo schema per continuare

 

 

 

I nove mulini dell’Ete (in passato Leta) compresi in un tratto di strada di trenta km sono facilmente individuabili percorrendo la nuova provinciale Valdete. Diversa era la situazione fino agli anni ’40-’50 quando la strada carrozzabile si interrompeva presso l’attuale zona industriale di Montegiberto ed il corso dell’fiume era costeggiato solamente da sentieri e tratturi incrociati dalle strade che dai paesi posti sui crinali scendevano e risalivano da e verso il fondovalle. Oggi, è possibile seguire tutto il corso del fiume quasi fin sotto la provinciale che collega Montelparo a Santa Vittoria tra le contrade S.Giovanni e Monte Radaldo dove si trovano i fossetti che riunendosi danno poi vita al corso d’acqua. La definizione Vivo, in contrapposizione con l’Ete Morto, deriva dal fatto che quest’ultimo non ha sbocco libero al mare, essendo un affluente del Fiume Chienti,

 

Vista della Valdete dallo spartiacque con il Tenna, posto sulla provinciale Montelparo-Santa Vittoria; a destra lo spartiacque Ete-Aso con sulla cresta Monteleone; a sinistra ancora lo spartiacque con il Tenna sul crinale Servigliano-Belmonte-Grottazzolina; ancora più dietro, sullo sfondo, la dorsale Falerone-Montegiorgio-Magliano spartiacque meridionale Valtenna - Valdichienti.

 

 

 

 

fermoimmagine.info  -  Sito ideato e realizzato da Pino Bartolomei  FERMO FM     © MMXVI

Privacy Policy / Cookie Policy