Maledetta la guerra, maledetto chi la pensò, maledetto chi pel primo la gridò.

 

Home > Intro > 15-18 > Lapedona

I CITTADINI DI LAPEDONA

MOBILITATI E CADUTI

 

BIBLIOTECA CIVICA "ROMOLO SPEZIOLI"  FERMO  - Fondo Grande Guerra

MOBILITATI                                                  CADUTI

CROCE DI CAVALIERE NELL’ORDINE DELLA CORONA D’ITALIA

 

TASSOTTI ENRICO

 

di Lapedona Tenente Cappellano Reggimento Fanteria.

 

Pur trovandosi quale Cappellano ad un Ospedaletto da campo, domandò ed ottenne l’8 marzo 1916 il trasferimento al 93° Reggimento Fanteria Mobilitato ove rimase ininterrottamente sino ad oggi seguendolo su tutte le fronti, in tutti i fatti d’arma. Rinunciò all’avvicendamento prima, ed all’invio in congedo con la sua classe, In ogni circostanza, specie nei momenti più critici e pericolosi del combattimento, eccelso per abnegazione, filantropia, valore e carità cristiana. Compiè la sua missione non disgiungendo i sentimenti del suo ministero da quelli patriottici, che infuse sempre nei soldati. Particolarmente modesto non conseguì mai alcun premio per la sua condotta non avendo mai voluto mettere in evidenza l’opera sua.. Segnalatosi in tutte le località in cui fu il reggimento dall’8 Marzo 1916 ad oggi.

 

DR 1 Gennaio 1920 – Bollettino Ufficiale 8 Gennaio 1920. Disposizione n.2 pag 69.

 

 

CROCE AL MERITO DI GUERRA

 

 Tenente    Angelici Elio

Sottotenente   Brandimarte Virgilio

Soldato    De Carolis Luigi

Soldato    Del Papa Vasco

Caporalmaggiore   Ferracuti Filippo

Soldato    Palloni Quirino

Soldato    Poggi Quirico

Tenente Cappellano  Tassotti Enrico

Caporale    Tassotti Giuseppe

Tenente    Sciarresi Emilio

 

 

 

MEDAGLIA D’ARGENTO

 

Soldato POGGI PASQUALE GAETANO

 

Quale servente di una batteria essendo la posizione circondata da reparti nemici, resisteva valorosamente anche dopo visti cadere feriti i propri ufficiali. Intimatagli dall'avversario la resa, si rifiutava e cadeva gloriosamente sul posto colpito a morte.

 

Fosso Palumbo (Piave) 18 Giugno 1918

 

Bollettino Ufficiale del 16 Agosto 1919

Disp. 68 Pag. 4534 CONCESSIONE SUL CAMPO

 

Caporale TASSOTTI GIUSEPPE

 

Comandante di una squadra durante un attacco nemico, incitava con la parola e con l'esempio a difendere la posizione. Mentre, ritto sulla trincea sprezzante del pericolo, colpiva ciascun nemico che osava venire avanti, cadeva colpito in fronte.

 

Fagarè Treviso 16 Novembre 1917

 

Bollettino Ufficiale del 1 Aprile 1919 Disp. 19 Pag.1319

 

 

 

Sottotenente ANGELICI MARIO

di Luigi e  Cardinali Lavinia

celibe

Perito agrimensore

nato a Fermo il 10 Dicembre 1886

Prese parte a vari combattimenti

col 3° Reggimento Alpini

Morì il 16 Ottobre 1918

nell'Ospedale da Campo n31

per epidemia influenzale (spagnola)

Fu sepolto nel cimitero di Asolo

 

 

 Maresciallo Maggiore ANGELICI RAFFAELE

di Pietro e di Mariani Lucia

ammogliato con Bassetti Maria

musicante

nato a Lapedona il 27 Gennaio 1878

Prese parte a vari combattimenti

e fu ferito in Vallarsa nel Giugno 1916

Morì per polmonite fulminante

il 20 Ottobre 1918

Fu sepolto nel cimitero di Verona

Apparteneva al 79° Regg Fanteria

 

 

Soldato BERDOZZl ENRICO

di Domenico e Lupacchini Filomena

ammogliato con Santarelli Anna contadino

nato a Lapedona il 26 Aprile 1889

Prese parte alla campagna libica

Richiamato nel maggio 1915

e mobilitato col 22° Reggimento Fanteria

fu ferito in uno dei primi combattimenti

Guarito ritornò al fronte

passando al 142° Fanteria 11° Compagnia

Morì il 30 settembre Ì916 nella Sezione di Sanità

della 30° Divisione per ferite multiple

riportate in combattimento

Fu sepolto nel cimitero militare di Sagrado

presso il ponte sull’Isonzo

 

 

Soldato BERDOZZl GIUSEPPE

di Domenico e Lupacchini Filomena

celibe contadino

nato a Lapedona il 26 Dicembre 1893

Prese parte a tutti i combattimenti

in cui fu impegnato il proprio reggimento

Morì il 28 Dicembre 1915

presso San Lazzaro (Bologna)

in seguito a scontro ferroviario

mentre ritornava al corpo dopo la licenza invernale

Fu sepolto nel cimitero di San Lazzaro

Apparteneva al 21° Reggimento Fanteria

 

 

 

Soldato BOCCI LUIGI di Angelo e di Porrà Speranza

ammogliato con Terzetti Fiorina contadino

nato a Lapedona il 14 Aprile 1887

Ammalatosi

per i disagi della permanenza in trincea

morì il 19 Marzo 1916

nell’Ospedale Militare di Padova per pleurite

Fu sepolto nel cimitero di Padova

Apparteneva al 58° Regg Fanteria

 

 

 

Soldato BORDONI GIOVANNI

di Antonio e della fu Mercuri Maria

ammogliato con Vittori Giuditta  contadino

nato a Fermo il 31 Gennaio 1890

Mobilitato

col 20° Reggimento Bersaglieri 11a compagnia

combattè da prima sul Carso a q.144

Fu fatto  prigioniero in Valstagna il 18 settembre 1917

dopo essere rimasto colpito da bomba a mano

alla gamba sinistra

che gli venne amputata alla sommità

durante la prigionia

 

 

 

Bersagliere BORDONI  TOMMASO

Di Giuseppe e Tiberini Pasqualina

Nato a Lapedona il 6 novembre 1888

ammogliato con

Meconi Maria Clementina nel 1915

Morto sul Carso il 15 settembre 1917

Apparteneva al 4° Regg. Bersaglieri

 

 

 

 

Soldato BORRI UMBERTO

del fu Pasquale e di Ciarrocchi Teresa

ammogliato con Medori Giuseppa contadino

 nato in Altidona l’11 Marzo 1883

Morì il 1 Dicembre 1915

Nell’Ospedale Contumaciale di Dolegna

per gastroenterite specifica

contratta durante il servizio in prima linea

Fu sepolto nel cimitero di Dolegna

Apparteneva al 73° Regg. Fanteria

 

 

Soldato BRANDIMARTE UGO

di Giuseppe e di Valori Maria

celibe  nato a Lapedona il 12 Dicembre 1900

Arruolatosi  volontario

prima che fosse chiamata la sua classe

come motorista

in un reparto idrovolanti della R Marina

in seguito allo scoppio di un tubo di gelatina

perdette l'occhio sinistro

ed ebbe asportate tre dita della mano sinistra

 

 

 

Sottotenente BRANDIMARTE VIRGINIO

 di Eugenio e di Giannelli Augusta

ammogliato con Crianti Maria  perito agrimensore

nato a Lapedona il 29 Marzo Í890

Mobilitato prima con il 18°

e poi trasferito al 24° Regg. Artiglieria da Campagna

prese parte a importanti combattimenti

sul settore del Carso e in Carnia

dove il 28 Giugno 1917 fu ferito

in seguito a scoppio di polveri

riportando gravi ustioni alla faccia ed al braccio destro

di cui ha perduto la funzionalità

 

 

Soldato BRECCINI GIACOMO

figlio adottato da Viri Raffaele

celibe  contadino

nato a Fermo il 26 Novembre 1896

Dalla prima linea per malattia fu trasferito

All’Ospedale Militare di Riserva di Macerata

in cui morì il 9 Ottobre 1916  per pleurite

Apparteneva al 22° Regg. Fanteria

Fu sepolto nel cimitero di Macerata

 

 

 

Soldato D’OTTAVIO ANGELO

di Luigi e di Montagnoli Antonia

celibe  contadino

nato a Lapedona il 14 Agosto 1894

Dopo aver preso parte a vari combattimenti

morì il 7 Luglio 1916 nell'Ospedale da Campo n.139

in seguito a vasta ferita alla guancia destra

e frattura della mandibola da scoppio di granata nemica

Fu sepolto a Valstagna

Apparteneva all' 87° Regg. Fanteria

 

 

Soldato DEL PAPA ERNESTO

del fu Lorenzo e della fu Santarelli Caterina

ammogliato con Pettini Carmina  muratore

nato a Lapedona il 2 Maggio 1884

Appartenne al 17° Regg. Fanteria

Morì in sua casa il 12 Gennaio 1918

mentre era in licenza di convalescenza

Fu sepolto nel cimitero di Lapedona

 

 

 

Caporale DEL PAPA LUIGI

di Mariano e di Benvignati Alodìa

ammogliato con Gazzoli Anita muratore

nato a Lapedona il 22 Gennaio 1888

Mobilitato col 17° Regg. Fanteria

nel giugno 1915 rimaneva ferito

Appena guarito ritornò al fronte

passando al 148° Fanteria

Morì il 29 Novembre 1915

presso il posto di medicazione reggimentale

per ferite multiple da scoppio di granata nemica

Fu sepolto nel cimitero di Rozzina

 

 

 

Soldato DUMI ANTONIO

adottato da Rendetti Francesco

ammogliato con Borri Rosa  contadino

nato a Fermo il 12 Giugno 1886

Era effettivo al 22° Regg Fanteria

Morì il 6 ottobre 1916

nell’Ospedaletto da Campo n.216

in seguito a ferita da srhapnel

alla regione scapolare sinistra

con penetrazione nello speco verticale

e lesione del midollo spinale

Fu sepolto nel cimitero di Scodovacca

 

 

Soldato GESUITI DOMENICO MARINO

di Giuseppe e di Palloni Vittoria

Celibe contadino

Nato a Lapedona il 3 Maggio 1898

Mobilitato con il 4° Regg. Bersaglieri

Morto in Combattimento il 4 Dicembre 1917

Sull’Altipiano di Asiago

 

 

 

Soldato GOBBI MARINO

del fu Luigi e di Marini Angela

celibe  contadino

nato a Lapedona il 26 Aprile 1897

Apparteneva al 213° Fanteria 6a Compagnia

Fu fatto prigioniero

durante la ritirata dell' Ottobre 1917

Di lui le ultime notizie

risalgono al 7 Ottobre 1918

 

 

 

Soldato ISIDORI GIUSEPPE

di Antonio e di Fiocconi Rosa

celibe  falegname

nato a Lapedona il 7 Dicembre 1895

Appartenne al 2° Regg. Artiglieria Pesante Campale

Mobilitato nel 1917 combattè sul Carso

Ammalatosi di una forma sospetta (tbc)

ebbe un periodo di convalescenza

Di ritorno al corpo morì poco dopo

nell' Ospedale Militare di Modena

il 3 febbraio 1919

Fu sepolto nel cimitero di Modena

 

 

Soldato ISIDORI LUIGI

di Antonio e di Fiocconi Rosa

celibe  falegname

nato a Lapedona il 23 Marzo 1894

Mobilitato col 32° Reggimento

Artiglieria da Campagna

e in seguito trasferito  nel corpo dei Bombardieri

prese parte a vari combattimenti

Ammalatosi in conseguenza

dei disagi sofferti in prima linea

fu riformato nel novembre 1918

per forma specifica (tbc)

per cui morì il 6 ottobre 1919 in sua casa

E’ sepolto nel cimitero di Lapedona

 

 

Soldato LUPACCHINI LUIGI

di Giovanni e di Centanni Giuseppa

celibe  calzolaio

nato a Lapedona il 23 Settembre 1889

Assegnato da prima all'83° Regg. Fanteria

il 20 Agosto 1916

fu trasferito al 77° Fanteria

Riformato per forma sospetta (tbc)

causata dai disagi della guerra

morì in sua casa il 23 Aprile  1917

Fu sepolto nel cimitcto di Lapedona

 

 

Soldato MANCINI GIACOMO

del fu Domenico e di Basili Domenica

ammogliato con Palloni Filomena  contadino

nato a Pedaso il 18 Settembre 1885

Apparteneva al 41° Reggimento

Fanteria 3a Compagnia

Risulta disperso sull'altipiano di Asiago

nel combattimento del 17-18 Giugno 1916

 

 

 

 

Soldato MARINANGELI REMIGIO

di Domenico e Marini Caterina

Celibe  Contadino

nato  Lapedona il 14 Novembre 1894

Mobilitato con l’11° Regg. Bersaglieri 56° Battaglione

Prese parte più vote ad aspri combattimenti

specialmente ad Oslavia

Morì il 4 Agosto 1916 nell'Ospedaletto da Campo n.46

in seguito a ferita di scheggia di  granata nemica

alla regione temporale destra penetrante  io  cavità cranica

Fu sepolto nel cimitero di Aquileia

 

 

Soldato MORA GIUSEPPE

di Luigi e di Talamonti Maria

celibe  contadino

nato a Campofilone il 30 Marzo 1898

Apparteneva al 1° Reparto Mitraglieri

Fu fatto prigioniero nel combattimento

del 15 Giugno 1918 sul Piave

Le sofferenze della prigionia

gli procurarono una grave infezione tubercolare

Rimpatriato l’11 Novembre 1918

e in seguito ricoverato nell'Ospedale di Lapedona

vi morì il 25 Aprile 1919

Fu sepolto nel cimitero di Lapedona

 

 

Soldato MORELLI FILIPPO

di Bernardo e della fu Santarelli Teresa

celibe contadino

nato a Lapedona il 20 Gennaio 1891

Fu mobilitato col 17° Regg. Fanteria

al principio della guerra

Offertosi volontario per trasportare e far brillare

tubi di gelatina sotto i reticolati nemici

riuscì nell'intento,

per cui ne ebbe premi in denaro ed una licenza

Morì sulla Bainsizza

durante il combattimento del 21 Agosto 1917

 

 

 

Soldato MORETTI GIUSEPPE

di Nazzareno e di Ciferri Filomena

celibe  contadino

nato a Fermo il 10 Ottobre 1897

Mobilitato col 154° Regg Fanteria 2a compagnia

nel Gennaio del 1918

dopo vari mesi di trincea

si ammalò di forma sospetta (tbc)

Ricoverato in diversi ospedali

e ultimamente in quello di Lapedona

vi moriva il 16 Gennaio  1919

Fu sepolto nel cimitero di Lapedona

 

 

Soldato NASINI ANGELO

di Lorenzo e di Grifi Maria

celibe contadino

nato a Lapedona il 15 Febbraio 1893

Mobilitato con l’83° Regg. Fanteria

sul fronte del Trentino

vi fu ferito ad una mano e ad una spalla

Guarito ritornò al fronte

passando effettivo al 77° Fanteria

Nel combattimento del 29 Ottobre 1916

rimasto di nuovo ferito

fu fatto prigioniero e condotto a Mauthausen

dove morì il 19 Dicembre 1916

per meningite causata da ferita d'arma da fuoco al cranio

Fu sepolto nel cimitero militare di Mauthausen

 

 

Soldato PETRINI DANIELE

del fu Raffaele e di Fiacconi Maria

celibe  muratore

nato a Lapedona il 23 Aprile 1895

Mobilitato col 21° Regg. Fanteria 3a compagnia

fu ferito in combattimento

da pallottola di fucile all'addome

Morì il 16 Giugno 1917

nel 2° Ospedale Chirurgico mobile

Fu sepolto nel cimitero di Pieris

 

 

 

 

Soldato POGGI FILIPPO

di Costantino e di Maria Fares

ammogliato con Di Prodi Maria  contadino

nato in Altidona il 26 Febbraio 1883

Apparteneva all'11 Regg. Bersaglieri

Risulta disperso

nel combattimento del 25 Maggio 1917

 

 

 

 

 

 

Soldato POGGI PASQUALE GAETANO

di Costantino e di Fares Maria

celibe  contadino

nato a Lapedona il 10 Aprile 1895

Mobilitato al principio della guerra

col 51° Regg. Artiglieria da Campagna

prese parte a vari combattimenti

Morì sul campo il 16 Novembre 1917

presso Fagarè di Piave

Fu sepolto a Fagarè

 

DECORATO CON MEDAGLIA D’ARGENTO

 

 

Soldato PORRÀ BENEDETTO

di Marco e della fu Properzi Teresa

ammogliato con Del Gobbo Antonia  contadino

nato a Lapedona il 13 Dicembre 1889

Mobilitato nel maggio 1915

col 124° Regg. Fanteria 5a Compagnia

prese parte a vari fatti d'arme

Nel combattimento

del 16 Settembre 1916 ad Oppacchiasella

riportò una ferita trasfossa al ginocchio destro

di cui perse completamente l'articolazione

 

 

Soldato ROSSI MARINO

di Pietro e di Attorresi Maria

celibe  contadino

nato in Altidona il 31 Marzo 1898

Mobilitato

col 1° Reggimento Artiglieria Pesante Campale

prese parte a vari combattimenti

Il 27 Ottobre  1918 durante la grande offensiva italiana

in seguito a scoppio di granata  nemica

fu colpito da schegge in diverse parti del corpo

e ne ebbe paralizzato il braccio sinistro

ed asportato l'occhio sinistro

 

 

Soldato SANTINI DOMENICO

dei fu Raffaele e di Sollini Giuditta

celibe contadino

nato a Lapedona il 19 Maggio 1893

Mobilitato col 17° Reggimento Fanteria

nel maggio del 1915

il 30 giugno dello stesso anno

fu ferito ad un fianco combattendo sul Carso

In seguito fu trasferito al 48°

e successivamente al 40° Fanteria

Risulta disperso dal 26 Ottobre 1917

 

 

 

 

Tenente SCIARRESI EMILIO

 di fu Domenico e Mattetti Pasqualina

celibe studente in medicina

nato a Lapedona il 2 Gennaio 1893

Mobilitato col 152° Regg. Fanteria

prese parte a tutti i combattimenti

in cui fu impegnato il proprio reggimento

l’11 Novembre 1915 fu ferito al braccio destro

di cui gli è rimasta paralizzata l’articolazione

 

 

Soldato SILLA PIO ENRICO

di Costantino e di Caporossi Lucia

celibe  contadino

nato a Monterubbiano il 27 Febbraio 1894

Mobilitato col 142° Regg Fanteria 9a Compagnia

combattè prima sul Carso e poi sul Trentino

Il 3 Giugno 1917 fu fatto prigioniero

Ammalatosi il 9 Maggio fu ricoverato all' Ospedale

dove morì il 29 successivo

per tubercolosi dovuta alle dure sofferenze della prigionia

 

 

Soldato SPLENDIANI CAMILLO

del fu Vincenzo e della fu Nasini Teresa

ammogliato con Granata Anna

contadino nato a Lapedona il 30 Luglio 1888

Mobilitato col 124° Reggimento Fanteria

e rimasto ferito nel combattimento

del 22 Novembre 1915 veniva fatto prigioniero

Guarito della ferita

morì poi l’11 Marzo 1916

in un Ospedale di Linz  per nefrite

Fu sepolto nel cimitero di Linz

 

 

Soldato SPRECA STEFANO

di Lorenzo e di Sollini Domenica

celibe  contadino

nato a Lapedona il 24 Dicembre 1894

Ferito in combattimento mori il 17 Agosto 1915

nell'Ospedaletto da Campo n.83

per ferita d'arma da fuoco alla coscia destra

con frattura del femore

e spappolamento delle parti molli

Fu sepolto nel cimitero di Conegliano

Apparteneva al 125° Regg. Fanteria

 

 

Caporale TASSOTTI GIUSEPPE

del fu Vincenzo e di Porrà Teresa

ammogliato con Santarelli Maria contadino

nato a Lapedona il 10 Ottobre 1886

Fu mobilitato col 136° Regg. Fanteria

sul fronte del Trentino

Passato al 70° Fanteria 1a Compagnia

combattè sul Faiti e sugli Altipiani

Morì a Fosso Palumbo (Ansa di Zenson basso Piave)

durante la controffensiva del 18 Giugno 1918

Fu sepolto sul luogo stesso

 

DECORATO CON MEDAGLIA D’ARGENTO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

fermoimmagine.info  -  Sito ideato e realizzato da Pino Bartolomei  FERMO FM     © MMXVI

Privacy Policy / Cookie Policy