Home > Intro > 15-18 > Propaganda

LA PROPAGANDA NELLA GRANDE GUERRA

ATTRAVERSO I MATERIALI DELLA BIBLIOTECA CIVICA "ROMOLO SPEZIOLI"  FERMO  - Fondo Grande Guerra

Il volo su Vienna del 9 agosto 1918 fu una trasvolata compiuta da 11 Ansaldo S.V.A. dell'87ª Squadriglia Aeroplani, detta la Serenissima. Dieci erano monoposto, tra S.V.A.5 e S.V.A.9, pilotati da Antonio Locatelli, Girolamo Allegri detto fra' Ginepro, Lodovico Censi, Aldo Finzi, Pietro Massoni, Giordano Bruno Granzarolo, Giuseppe Sarti, Francesco Ferrarin, Masprone e Contratti; l'ultimo era un biposto S.V.A.10 pilotato dal Capitano Natale Palli. Gabriele d'Annunzio, comandante della Squadra Aerea S. Marco, era nell'abitacolo anteriore; con loro Garibaldo Marussi, di nove anni, figlio di Nino Marussi, scultore fiumano, amico di Gabriele d'Annunzio. Lanciarono 350.000 copie di un manifestino tradotto anche in tedesco.

I Armata :        in corrispondenza del Trentino, dallo Stelvio alla Croda grande, nell’Agordino.

IV Armata :      in corrispondenza della Pusteria, dalla Croda grande, al Paralba.

II Armata :       in corrispondenza del medio Isonzo, dal monte Canin allo sbocco dell'Isonzo in piano.

IlI Armata :      in corrispondenza del Carso, dallo sbocco dell'Isonzo in piano, al mare.

Fra la IV e la II Armata era inserito il Corpo della zona Carnia.

Una riserva generale (circa un'Armata) radunata fra Brescia e Vicenza.

Totale 28 Divisioni di fanteria e 3 di cavalleria.

 

1918        Riorganizzazione dell'Esercito dopo Caporetto

L'inverno 1918 è periodo di febbrile riorganizzazione nell'Esercito e nel Paese. Il nuovo Comando Supremo compie prodigi.

L'esercito è considerevolmente arricchito di mezzi tecnici e di artiglieria : si migliora il trattamento del soldato; si ricostituiscono Comandi ed unità; si formano unità d'assalto.

Si riorganizzano complessivamente 151 nuovi battaglioni di fanteria, 52 batterie da campagna, 44 batterie da montagna, 156 di grosso calibro, cosicché le bocche da fuoco che nel maggio 1916 erano 1180, nel maggio del 1918, sommavano a 2101, nonostante le perdite del novembre.

 

                                        1915  1916  1917  1918

Perdite velivoli Italiani       2       16     56      53

Perdite velivoli Austriaci    3       72    194    364

 

 

NAZIONI ENTRATE IN GUERRA

1914 Serbia Russia Francia Belgio Montenegro Inghilterra Giappone

1915 Italia

1916 Portogallo Romania

!917 Stati Uniti Cuba Panama Brasile Bolivia Siberia Grecia Siam Haiti Peru Uruguay Equador

1918 Guatemala Honduras Nicaragua

 

 

 

RIEPILOGO GENERALE DELLE PERDITE SOFFERTE DALL' ESERCITO ITALIANO

DAL 23 MAGGIO 1915 ALL' 11 NOVEMBRE 1918. (CIFRE ARROTONDATE)

 

Morti                                            (Compresi i morti dell'Esercito territoriale ed i morti in prigionia)

  per fatti di guerra        430.000   (Esclusi i morti in prigionia, già computati tra i morti)

  per malattia                130.000

Prigionieri                     550,000

Feriti                             950.000     (Esclusi i feriti successivamente morti, già computati tra i morti. Sono compresa i colpiti da gas).

Ammalati                  2.400.000     (Esclusi i malati successivamente morti, già computati tra i morti. Sono compresi i congelati).

 

Perdite Totali 4.370.000 delle quali circa 1.500.000 definitive

(460.000 morti, 560.000 prigionieri, 570.000 riformati e riformandi in seguito a ferite od a malattie).

 

Circa 2.700.000 ricuperati (ammalati e feriti guariti e rientrati in servizio).

 

A questo riepilogo generale delle perdite occorre aggiungere i minorati di guerra poi venati a mancare per conseguenza lontana delle loro lesioni ; i prigionieri morti dopo il rimpatrio per effetto dei disagi sofferti in prigionia, i civili venuti a mancare nelle terre invase, nel rimanente della Nazione, ed in mare per effetto delle azioni dirette del nemico e delle privazioni. Si ha quindi ragione di credere che le perdite in morti dovute alla guerra ammontino almeno a 550.000.

 

 

                Morti       Feriti      Prigionieri

Ufficiali     15.760       33.350       16.700

Truppa    41.3670     913.290     535.400

Totale      42.9430   1.946.640    552.100

 

 

PERDITE DELL'ESERCITO OPERANTE, DISTINTE PER ANNI SOLARI

 

                 Morti            Feriti         Prigionieri

 

1915           66.090          190.400           15.100

1916          119.880         285.620           79.520

1917          152.790         367.200         390.260

1918           40.670          103.420          67.220

 

1915-18             morti in prigionia 50.000

 

                 429.430            946.640          55210

 

 

PERDITE UMANE NELLA MÀRINA

 

                                             Ufficiali    Marinai

Mobilitati in Marina 1915       2136        45000

Dittante la guerra                   4760       139000

 

Morti                                            3169

Feriti in guerra                             2936

Feriti in azioni terrestri                1039

Feriti in azioni navali ed aeree     1900

Invalidi                                         309

 

 

 

Durante tutta la guerra furono sparati dal Regio Esercito oltre 40 milioni di colpi di cannone, furono lanciate oltre 1 milione di bombe da bombarde e da lanciabombe, ed oltre 22 milioni di bombe a mano e da fucile

 

Dal nemico, nel suddetto periodo; vennero impiegati quantitativi eguali Quindi complessivamente ; 80 milioni di proietti, 2 milioni di bombe da bombarde e da lanciabombe, 44 milioni di bombe a mano e da fucile.

 

Siccome le giornate di guerra furono 1260, equivalenti ad ore 30.240, ne risulta che furono sparati in media 2643 colpi di cannone all'ora, ossia 44 ai minuto, senza contare le bombe e gli altri proietti. Non ci risulta la statistica dei colpi di fucile e mitragliatrice esplosi durante lo stesso periodo di tempo.

 

 

                                         Artiglieria/Bombe Bombarde lanciabombe/Bombe a mano

 

1915                                   3.340.344                                                               257.000

1916                                   7.929.889                      177.469                           4.359.600

1917(ottobre)                    11.215.000                      259.685                           6.125.000

 

Totale 1                            22.485.288                      437.154                        10.741.600

 

1917

(novembre e dicembre)      3.489.000                       150.000                         2.350.000

1918  (al 4 novembre)       14.909.256                       421.481                        9.272.325

 

Totale 2                           18.398.256                       571.481                        11.622.325

 

 

Totale 1+2                         40883544                     1.008.635                        22.363.925

 

 

 

 

 

 

                                                      Maggio Maggio Maggio Ottobre Novembre

                                                        1915    1916       1917     1917        1918

 

 

 

Divisioni di fanteria                          35        43           59        65             61

 

Battaglioni di fanteria di linea          441      543         654      708           698

 

Battaglioni di Alpini

(compresi gli sciatori                           52       78          89        84             69

 

Battaglioni di benaglieri

(eompresi i ciclisti) .                            67       72          87        87             72

 

Battaglioni da campagna e

da cavallo                                           373    392        444      452           460

 

Batterie pesanti campali                       28      95        161      208           223

 

Batterie da campagna e

someggiate                                           74    125        169      169            171

 

Batterie d’assedio                                  40    473        700      750            775

 

Batterle di bombarde .                                   37        204        191      201

 

 

NUMERO DELLE ARMI DELL'ESERCITO MOBILITATO

 

                                                    Maggio Maggio Maggio Ottobre Novembre

                                                       1915    1916      1917     1917      1918

 

Mitragliatrici                                    600        ?         8200    8700      8900

Pistoia mitragliatrici                           -          ?            ?       5100     6200

 

 

Artiglieria d'assedio:

grosso calibro                                      14      114        135      158        203

medio                                                132    1066      1966    2188      2220

piccolo                                                 -        586        728      881        890

 

Artiglierie pesanti campali                112      120        518      831     1010

 

Bombarde                                            -          ?         1560    2402    2200

 

Quando comincia una guerra, la prima vittima è la Verità.

 

 

fermoimmagine.info  -  Sito ideato e realizzato da Pino Bartolomei  FERMO FM     © MMXVI

Privacy Policy / Cookie Policy